Storie

“Ho deciso di partorire con doula Micol perché è arrivata nella mia vita proprio dopo la luna piena di gennaio 2015, quando avevo chiesto all’Universo di potermi affidare alla persona giusta per il mio primo parto. Ho sempre immaginato di partorire in casa, o nel bosco fin da piccola, e Micol, che già avevo incontrato e conosciuto con .i suoi splendidi figli e con il suo furgone Nina Ossitocina. ricco di fonti di conoscenza, cioccolata fatta in casa, fasce porta bebè..Mi ha ispirato fiducia e calma. Durante il parto era una saggia, una grande madre, una sorella, a volte non c’era perché ero totalmente nell’uno, a volte ero totalmente appesa a lei e la percepivo leggera ma al tempo stesso Presente, come una fata. E stato un parto gioioso, orgasmico, stupefacente, e anche un parto con tempi di riposo, musica, e potenza della natura! come sognavo1 mi sono sentita libera, mi sono affidata totalmente alla natura e a questa donna così consapevole e in ascolto. Poi.. ha fatto tutto Stella Lu, in tre ore che mi sembravano mezz’ora, tanto ero in un’altra dimensione. Grazie Micol! Grazie alla Vita! – Giulia

Nelle settimane precedenti alla nascita mi sentivo in sintonia con la nuova vita dentro di me ed ero veramente grata di vivere fra alberi di olive e mandorle, nuotando ogni giorno in un luogo ispiratore. Ma l’elemento umano era veramente complesso; vivevo in una famiglia conflittuale nella quale ero io a sostenere emotivamente gli altri piuttosto che nutrire me stessa, e ogni incontro all’ospedale sentito veramente come deresponsabilizzante e senza riguardo. Chiesi a Micol di incontrarmi prima della nascita e di essere presente durante il parto. Volevo maggiormente mettere a fuoco come rendere la nascita una splendida e intima accoglienza a nuova vita e un momento unico per me stessa come donna. Sebbene sia una persona forte e indipendente, ho realizzato di aver bisogno di qualcuno che mi proteggesse e che servisse da ammortizzatore contro la durezza e la freddezza dell’ospedale, e qualcuno che offrisse gentilezza e supporto emotivo. Micol è stata meravigliosa, è stata la sorella, la zia saggia, la guaritrice e la paladina per i diritti delle madri tutte in una sola persona. Ha offerto consigli e prospettive su cosa il mio corpo e cervello animale stessero facendo. Ha fatto da tramite con lo staff ospedaliero in modo che spiegassero le loro azioni e scelte prima a me – quando di norma loro fanno più o meno senza informare o consultare il paziente. Micol è stata una gentile ma allo stesso tempo forte presenza come nei giorni passati del pre-parto, i dolori mi hanno buttato giù, e finalmente i dottori decisero che fosse venuto il momento per un parto cesareo. Lei ha portato poesia, buonumore e gioiosa speranza in ciò che potrebbe altrimenti essere stata una esperienza dura e solitaria. È stata carina tenendo il mio bimbo appena nato e condividendo la mia gioia dopo la sua nascita. Stephanie